"Passaggio generazionale – gli errori da evitare” 31-05-2012

Giovedì 31/5/2012 presso la sede di Confindustria Macerata si è tenuto l’incontro con Guido Corbetta, Professore di Strategia delle aziende familiari presso l’Università Bocconi di Milano e consulente.

Ad ascoltare Guido Corbetta, Professore di Strategia delle aziende familiari presso l’Università Bocconi di Milano e consulente di più di 100 aziende familiari italiane, sono intervenuti 25 imprenditori giovani e senior di Confindustria Macerata.

Obiettivo dell’incontro, organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori, era quello di individuare e conoscere i principali errori che genitori, figli, fratelli e sorelle possono compiere nel complesso percorso del passaggio del testimone in azienda.

In particolare, Corbetta ha sottolineato che la successione in azienda deve essere intesa come percorso e che il dialogo continuo ed una sana dialettica tra le generazioni sono ingredienti imprescindibili affinché il cambio dei vertici aziendali ed anche le modifiche degli assetti societari avvengano in maniera non traumatica.

Il Presidente degli imprenditori Junior maceratesi, Alessandro Guzzini, nel salutare gli intervenuti, ha evidenziato che l’incontro con Corbetta è solo il primo step di un progetto più ampio che il Gruppo sta avviando con l’obiettivo di fornire alle aziende familiari maceratesi occasioni di confronto ma soprattutto attività di training mirate alla gestione di tali processi.

Sono intervenuti: Sandro Bertini ed il figlio Riccardo, Stefano Clementoni, Lucia Dignani, Giovanni Faggiolati e la figlia Dora, Leonardo Gennaro e Luca Petteruti, Massimiliano Guzzini, Dimitri Ladikos, Andrea Paniccia, Agostino Baiocco, Enzo Reschini ed i figli Emanuele, Massimiliano e Simona, Pierluigi Sardellini ed il figlio Tobia, Fiorella Tombolini ed il figlio Silvio.

Le regole di Corbetta in sintesi:

  1. I GIOVANI devono “CONQUISTARSI LA POSIZIONE” – Corbetta ha evidenziato che spesso i Senior non fanno un passo indietro perché non vedono nei figli abbastanza “energia e passione” per sostituirli;
  2. SANA DIALETTICA – Corbetta ha inviato padri e figli a parlarsi in maniera costruttiva e a trovare il tempo per farlo magari al di fuori del contesto aziendale. Inoltre, ha consigliato giovani, al momento dell’ingresso in azienda e per un primo congruo periodo, ad avere l’umiltà di ascoltare in silenzio, soprattutto, evitando di manifestare il proprio dissenso in riunioni o situazioni pubbliche;
  3. La SUCCESSIONE NON E’ UN OBBLIGO MA UN’OPPORTUNITA’– Questo messaggio, ha ribadito Corbetta, deve essere chiaro soprattutto ai Senior che non devono forzare i figli all’ingresso in azienda;
  4. Trasmettere la VIS IMPRENDITIVA (ossia la capacità dell’imprenditore di prendere decisioni in condizioni d’incertezza)– l’imprenditore deve trasmetterla con l’esempio
  5. Confusione tra il RUOLO DELL’IMPRENDITORE E LA RESPONSABILITÀ DI ESSERE PROPRIETARIO – Il problema si riscontra soprattutto nei passaggi tra 1^ e 2^ generazione. L’imprenditore che crea l’azienda è spesso proprietario al 100%. Finché la figura dell’imprenditore coincide con quella del proprietario non si evidenziano criticità. Nel momento della successione però, quando ci sono 2 o più figli, la situazione cambia. Soprattutto nel caso di proprietà al 50% tra fratelli, in caso di disaccordo si possono avere situazioni d’immobilismo dell’azienda. In tal caso alcune società hanno risolto introducendo un terzo arbitro o addirittura un terzo con una piccola percentuale di proprietà con il ruolo di “ago della bilancia”. Altra criticità si ha nei casi di presenza di comproprietari non coinvolti nella gestione dell’azienda. In questi casi, secondo Cornetta, è fondamentale la comunicazione tra fratelli.
  6. SINDROME DEL CUOCO – L’imprenditore è troppo spesso convinto di avere la propria ricetta per il passaggio generazione negando l’importanza dell’intervento di un terzo “professionista”. Invece alcune regole, se pur da aggiustare caso per caso, sono valide per tutti e devono essere eseguite correttamente al fine di ottenere un buon passaggio generazionale.

News